The cart is empty

Spinning ai MOSTRI

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

 

PIRANHA

 

Regno: Animalia
Phylum: Chordata
Classe: Actinopterygii
Ordine: Characiformes
Famiglia: Characidae
Genere: Atractosteus
Specie:  
Sottospecie: Serrasalminae
Nomenclatura trinomiale
--------

I piranha (nella grafia portoghese, oppure piraña secondo la grafia spagnola) sono un gruppo di pesci carnivori d'acqua dolce che vivono in fiumi e lagune del Sudamerica. Appartengono a cinque generi della sottofamiglia dei Serrasalminae (che include anche pesci erbivori quale il pacu e il Metynnis argenteus). Normalmente sono lunghi dai 15 ai 25 cm, anche se sono stati scoperti esemplari che raggiungevano i 40 cm di lunghezza. Sono celebri per i loro denti affilati, capaci di tranciare un amo, e un appetito vorace per la carne.

I piranha si trovano di norma nel Rio delle Amazzoni e nei fiumi della Guyana e del Paraguay. Tuttavia sono diffusi anche in tutti i sistemi lacustri dal bacino amazzonico, dell'Orinoco e del Rio della Plata.

Recenti ricerche sui piranha Serrasalmus brandtii e Pygocentrus nattereri effettuate durante le piene del lago Viana hanno dimostrato come queste specie mangino sostanze vegetali in alcune fasi del loro ciclo vitale. Ciò dimostra come essi non siano pesci strettamente carnivori.

Nel fiume Maroni, in Suriname, esiste una grossa specie di piranha pesante fino a 5 Kg e apparentemente erbivora; i suoi membri inoltre ospitano colonie di vermi nel loro stomaco.

La parola "piranha" potrebbe derivare da un ibrido linguistico formato da termini delle lingue tupi-guarani; le ipotesi più probabili sono che derivi da pirá (pesce) e sanha o ranha (denti), oppure da pirá e ánha (taglio), quando sentono la presenza del sangue i piranha vi si dirigono anche se sono molto lontani.

Il piranha non è un pesce di grossa taglia, difficilmente supera il mezzo metro, se non nelle specie più grandi. Vive abitualmente in vasti banchi che possono contare anche alcune migliaia di individui.

L'aspetto del piranha è complessivamente simile a quello di un qualunque pesce di fiume. Il corpo è molto alto e marcatamente compresso lateralmente; lungo tutto il dorso scorre una cresta che si congiunge alla prima pinna dorsale, mentre la seconda è in genere piccola e atrofica. Le squame sono piccole, il colore varia a seconda della specie, dal verde opaco con sfumature rossicce al nero, fino a toni argentati. Rapido, a dispetto della costituzione apparentemente tozza, ha muscoli potenti e può spostarsi molto velocemente.

La caratteristica più distintiva della specie è senza dubbio la bocca, simile ad una tagliola. La mascella inferiore, molto pronunciata, è armata con una fila di grandi denti triangolari, molto affilati, i cui margini coincidono perfettamente con quelli dei denti nella mascella superiore, più piccoli ma ugualmente affilati. Questa struttura, assieme ai potenti muscoli delle mascelle, rende la bocca del piranha uno strumento oltremodo efficiente, in grado di tranciare di netto e con un solo morso un boccone di carne dalla preda.
Il piranha è un pesce gregario, vive in gruppi anche molto numerosi che a volte giungono a popolare interi tratti di fiume. Molto discusse le sue abitudini alimentari. Se, infatti, nell'immaginario collettivo sono dipinti come voraci cacciatori, studi e testimonianze fanno emergere dati contrastanti. Se in alcune zone, infatti, gli abitanti possono fare tranquillamente il bagno, in altre sono pochi gli individui che non hanno perso almeno un dito a causa dei pesci. Fattori come il periodo dell'anno e la temperatura dell'acqua sembrano influenzare il comportamento imprevedibile del piranha, a tal punto che uno stesso esemplare può assumere a tratti anche una dieta erbivora.
Le abitudini predatorie del piranha sono comunque esagerate; esso attacca principalmente altri pesci e piccoli animali acquatici e solo occasionalmente aggredisce i grandi animali che entrano in acqua, ma quando succede il risultato è devastante. La pericolosità del piranha sta nel numero; un banco medio-grande di alcune centinaia di individui può spolpare in pochi minuti una pecora o un cavallo, e mentre succede l'acqua tutt'attorno sembra letteralmente ribollire.

A dispetto però della sua cattiva fama, il piranha svolge un'importante funzione di "spazzino" del fiume, eliminando le carcasse di animali morti, evitandone la putrefazione e mantenendo pulite le acque.



Secondo alcuni i piranha avrebbero lo stesso sistema sensorio degli squali che permette loro di percepire quantità anche minuscole di sangue nell'acqua, perciò nuotare con una ferita aperta aumenterebbe le probabilità di un attacco. (fonte it.wikipedia.org) 

L'abboccata è fulminante e poderosa, se avviene nel famoso attimo di distrazione vi strappa la canna dalle mani. Il combattimento è esageratamente sproporzionato alla loro mole. Canne da 2,40 anche non troppo pesanti sono ottime per insidiarlo. Il cavetto di acciaio è assolutamente d'obbligo. Le esche migliori sono senza dubbio i rotanti a paletta argentata, di tutte le misure e forgie. Ottimi anche i minnows da 9 centimetri, ma devono essere in plastica, quelli di legno durano il tempo di tre abboccate, poi sono segatura.

Organizzare un viaggio non pone nessuna difficoltà, tutte le compagnie volano alla volta del sud America. In giro per il web potete trovare centinaia di proposte già a partire da 1000 - 1500 euro per una settimana tutto compreso.

MINIMAMENTE

Sassifraghe ombrose le nostre anime, avvolte in un involucro alimentare

 

 

Latest News

18 Giugno 2016
18 Giugno 2016